sportello polifunzionale per il cittadino

sei in:   home | facile | tributi
Tributi
questa è la scheda informativa
vai alle modalità di esecuzione
Scheda ...
105 di 202
comprimi tutto

Imposta sulla pubblicità

Descrizione

La diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche, diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile è soggetta all’imposta sulla pubblicità. Ai fini dell’imposizione si considerano rilevanti i messaggi diffusi nell’esercizio di una attività economica allo scopo di promuovere la domanda di beni o servizi, ovvero finalizzati a migliorare l’immagine del soggetto pubblicizzato (articolo 5, D.LGS. n. 507 del 1993).

L’imposta è dovuta prima dell’installazione del/i mezzo/i pubblicitario/i (insegne, tabelle, striscioni, stendardi, totem, frecce, loghi, eccetera), quando l’installazione ha una durata superiore a 3 mesi.

L’imposta è dovuta su base annuale.

Requisiti d’accesso

Legale rappresentanza dell’ente proprietario del/i mezzo/i pubblicitario/i.

Documenti da presentare o allegare

L’interessato (legale rappresentante dell’ente) deve inoltrare domanda scritta, contenente gli elementi necessari per la determinazione dell’imposta.

Adempimenti e costi a carico dell’interessato

L’interessato deve dichiarare il/i mezzo/i pubblicitario/i descrivendone la tipologia, il luogo, la posizione, l’ampiezza e ogni altro particolare utile alla determinazione dell’imposta dovuta.

I costi dipendono dalla superficie, dal carattere luminoso o illuminato del/i mezzo/i pubblicitario/i, dalla sua tipologia monofacciale o bifacciale. Tabella per la determinazione dei costi. Ha valore orientativo.

A chi rivolgersi

Rivolgersi al Servizio tributi

Tempi

Il pagamento dell’imposta è annuale (per anno solare). L’imposta non è proporzionale all’eventuale frazione di anno. Una volta iscritta a ruolo, l’imposta è dovuta a meno che l’interessato non comunichi entro il 31 gennaio la rimozione del/i mezzo/i pubblicitario/i.

È utile sapere che...

Generalmente, intorno alla metà del mese di gennaio, il comune invia al domicilio degli interessati il bollettino pre-intestato per il pagamento annuale dell’imposta.

Riferimenti normativi (attenzione: il testo delle norme collegate NON è ufficiale e potrebbe NON essere aggiornato)
  • Delibera di Giunta comunale n. 83 del 20.12.2008 “Imposta comunale sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni: approvazione tariffe anno 2009”.
  • Delibera della Giunta comunale dell’Unione delle Terre d’argine n. 58 dell’11.11.2008 “Servizio di riscossione dell’imposta comunale sulla pubblicità e diritti di pubbliche affissioni, linee di indirizzo”.
  • Delibera di Giunta comunale n. 79 del 14.12.2000, di approvazione delle tariffe per l’anno 2001 con aumento del 20% sulle tariffe base e del 50% sulle tariffe base per superfici superiori a 1 mq di cui al comma 5 dell’articolo 3 del decreto legislativo n. 507 del 1993.
  • Regolamento comunale per la disciplina dei mezzi pubblicitari.
  • DLGS 15.11.1993, n. 507. Revisione ed armonizzazione dell’imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche dei comuni e delle province nonché della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani a norma dell’art. 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421, concernente il riodrino della finanza territoriale. Ecologia.
  • DLGS 30.4.1992, n. 285. Nuovo codice della strada.
  • DPR 26.10.1972, n. 639. Imposta comunale sulle pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni.
Schede correlate
Ultimo aggiornamento

Martedì, 13 aprile 2010

Comune di Campogalliano - piazza Vittorio Emanuele II, 1 - CAP 41011 - protocollo@cert.comune.campogalliano.mo.it