Fra i vantaggi, autocertificazioni anagrafiche gratis e fascicolo sanitario sul proprio pc o sullo smartphone

 

SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, permette a soggetti privati maggiorenni di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione a livello locale e nazionale mediante identità digitale (costituita da username e password).

Questa Identità è utilizzabile da computer, tablet e smartphone. 

 

Sul sito ufficiale https://www.spid.gov.it/ è disponibile l'elenco di tutti i gestori abilitati al rilascio delle credenziali. Scegliendo tra questi il gestore Lepida (pagina per registrarsi), sarà possibile finalizzare l'ottenimento delle credenziali in Comune, previo appuntamento con l'Ufficio anagrafe o presso la Farmacia comunale (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; tel 059 527693).

QUALI VANTAGGI?

Chi dispone delle credenziali SPID o della carta d'identità elettronica CIE, può ottenere direttamente stampe/autocertificazioni anagrafiche (residenza, stato di famiglia, etc.) direttamente sul proprio pc o smartphone. Ciò comporta due vantaggi: 

1) Non occorre rivolgersi al Comune per avere questa autocertificazione che può essere scaricata da ANPR

2) Anche i privati, e non solo le pubbliche amministrazioni, sono ora tenuti ad accettare l'autocertificazione

3) Il cittadino può finalmente risparmiarsi la presenza in municipio, sia i 16 euro della marca da bollo

 

Il cittadino può ottenere le autocertificazioni anagrafiche direttamente dal portale web di ANPR. Questo evita di dovere chiedere il certificato e consente di risparmiare i soldi per la “marca da bollo”.

 

Chi dispone di credenziali SPID o della carta d’identità elettronica CIE può accedere direttamente al portale web di ANPR e visualizzare i dettagli della propria posizione anagrafica e quella dei propri famigliari; inoltre può stampare, singolarmente o in modo cumulativo, le autocertificazioni anagrafiche di residenza, di stato di famiglia, di nascita, di stato civile, di cittadinanza, di esistenza in vita.

 

Una volta stampata, l’autocertificazione va firmata dall’interessato e può essere utilizzata nei rapporti sia con la Pubblica Amministrazione sia con i privati, i quali SONO TENUTI AD ACCETTARLA.

Certificati anagrafici? Il Comune risponde

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto