Con decreto del Presidente della Repubblica n. 97 del 21 luglio 2022 sono state indette le elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica.

Si voterà domenica 25 settembre 2022, dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Gli elettori sono invitati a verificare per tempo il possesso della tessera elettorale, al fine di eventualmente richiedere il rilascio di un duplicato al più presto. Se la tessera elettorale non è più utilizzabile per l’esaurimento degli spazi, ne va chiesto il rinnovo al Comune.
È importante evitare di concentrare tali richieste nel giorno della votazione.

Speciale elezioni politiche, dal sito web del Ministero dell’interno

Schede correlate

Tessera elettorale

Avviso ad aspiranti scrutatori per lo svolgimento delle funzioni ai seggi

A chi rivolgersi

Elettorale e Leva

È utile sapere che

Tessera elettorale. È opportuno che gli elettori controllino per tempo lo stato della propria tessera elettorale e, se necessario (per esempio in caso di esaurimento degli spazi disponibili), chiedano con adeguato anticipo il rilascio di un nuovo documento, per evitare di congestionare le richieste in prossimità della consultazione.

Elettori estero. In base alla legge 459/2001, i cittadini italiani residenti all’estero iscritti nelle liste elettorali della circoscrizione Estero votano per posta, ricevendo il plico elettorale al proprio indirizzo di residenza. A tal fine, si raccomanda quindi di controllare e regolarizzare la propria situazione anagrafica e di indirizzo presso il proprio consolato, utilizzando preferibilmente il portale online dei servizi consolari Fast It. In alternativa al voto per corrispondenza, i cittadini iscritti all’AIRE possono optare per il voto in Italia, presso il proprio comune, comunicando per iscritto la propria scelta al consolato entro il 31 luglio 2022 (10° giorno successivo all’indizione delle votazioni). Tale comunicazione può essere scritta su carta semplice e – per essere valida – deve contenere nome, cognome, data, luogo di nascita, luogo di residenza e firma dell’elettore e deve essere accompagnata da copia di un documento di identità del dichiarante. Per tale comunicazione si può anche utilizzare l’apposito modulo scaricabile dal sito web del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale o da quello del proprio ufficio consolare di riferimento. Modulo di opzione.

Gli elettori che scelgono di votare in Italia in occasione delle prossime elezioni politiche riceveranno dai rispettivi comuni italiani la cartolina-avviso per votare – presso i seggi elettorali in Italia – per i candidati nelle circoscrizioni nazionali e non per quelli della circoscrizione Estero.

Se si sceglie di rientrare in Italia per votare, la legge NON prevede alcun tipo di rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma solo agevolazioni tariffarie all’interno del territorio italiano. Solo gli elettori residenti in paesi dove non vi sono le condizioni per votare per corrispondenza (legge 459/2001, art. 20, comma 1-bis) hanno diritto al rimborso del 75% del costo del biglietto di viaggio, in classe economica.

Gli elettori residenti in Italia ma temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data del voto possono optare per il voto per corrispondenza nella circoscrizione Estero (art. 4-bis, legge n. 459/01). In tal caso devono darne comunicazione direttamente al Comune entro il 24 agosto 2022, 32.mo giorno antecedente la votazione, in tempo utile per l’immediata comunicazione al Ministero dell’interno. L’opzione, necessariamente corredata di copia di un valido documento d’identità, va compilata su apposito modello.

Voto domiciliare. Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi di trasporto messi a disposizione dal Comune per agevolare il raggiungimento del seggio da parte dei disabili, e quelli affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione possono chiedere di votare a domicilio. A tal fine devono far pervenire al Sindaco, da martedì 16 agosto a lunedì 5 settembre 2022, dichiarazione (modello) attestante la propria volontà in tal senso, specificando l’indirizzo dell’abitazione di dimora e, possibilmente, un recapito telefonico; devono inoltre allegare copia della tessera elettorale e idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell’ASL. Avviso pubblicato all’albo pretorio online.

Riferimenti normativi (attenzione: il testo delle norme collegate NON è ufficiale e potrebbe NON essere aggiornato)

 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO

Torna all'inizio del contenuto